JfJfP, September 27th, 2017


The only job which Israel can’t find foreign workers to fill is construction. Here Palestinian construction workers in an Israeli settlement. Photo by Yotam Ronen/Activestills.org

Rethinking Our Definition of Apartheid: Not Just a Political Regime

August 27, 2017

In the West Bank, Israel’s new colonial strategy involves concentrating the Palestinian population into Areas A and B and colonizing Area C. Instead of granting Palestinians freedom and equality, Oslo restructured relations of domination. In short, Oslo has intensified, rather than reversed, Israel’s settler colonial project.

Assopace Palestina,

The National Interest, 24 agosto 2017.

Israele ha certamente registrato alcune vittorie, mentre la leadership palestinese ha sofferto per le sue divisioni e la sua incapacità strategica.

Un soldato israeliano cammina puntando la sua arma contro dimostranti palestinesi nel corso di scontri nel villaggio di Kofr Qadom, vicino a Nablus, Cisgiordania, 11 agosto 2017. REUTERS/Mohamad Torokman

Le ormai lunghe indagini di polizia sugli affari del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu pare che abbiano varcato il Rubicone all’inizio di questo mese. Netanyahu è indagato in vari casi che hanno a che fare, tra l’altro, con accuse di corruzione, frode e abuso di ufficio. Si è ora raggiunto un patteggiamento tra l’ufficio del pubblico ministero e Ari Harrow, l’ex-capo di gabinetto di Netanyahu, che ha accettato di fare da testimone della pubblica accusa, un accordo raramente messo in atto se non in presenza di solide prove contro un più autorevole e più importante imputato.

Zeitun

23 ottobre 2017, Al-Shabaka

Sintesi

La sorveglianza sui palestinesi è sempre stata parte integrante del progetto coloniale israeliano. Prima della creazione dello Stato di Israele, squadre del gruppo paramilitare sionista Haganah percorrevano i villaggi e le città palestinesi, raccogliendo informazioni sui residenti. Questo controllo sulle vite dei palestinesi è continuato dopo l’occupazione israeliana delle Alture del Golan, della Striscia di Gaza e della Cisgiordania, inclusa Gerusalemme est, nel 1967. Gli strumenti utilizzati comprendevano registri della popolazione, carte di identificazione, rilevamenti catastali, torri di controllo, incarcerazione e tortura.

29/9/2017

Colonna del progetto sionista, il sindacato monopolista fondatore dello Stato ha basato la tutela del lavoro ebraico sulla prevaricazione della classe operaia palestinese. Ma dagli anni Ottanta ad oggi mancati diritti, privatizzazioni e discriminazioni etniche e di genere hanno indebolito tutto il mondo del lavoro

histadrutcampaign_pppa

 – Il Manifesto

Roma, 29 settembre 2017, Nena News – Ci sono conflitti che ne nascondono altri, violenze che sottendono abusi diversi. Quelle belliche, ad esempio: cancellano agli occhi esterni i confronti sociali e economici in paesi che da fuori appaiono solidi.

4/9/2017

Stanziati dal governo 15 milioni di dollari per i lavori infrastrutturali nel nuovo insediamento di Amichai. Il governo Netanyahu, intanto, continua la sua battaglia per la deportazione forzata degli “infiltrati” africani. Morto il 21enne palestinese Raed al-Salhi gravemente ferito lo scorso 9 agosto dall’esercito israeliano

Bulldozer all'azione ad Amichai, giugno 2017. (Foto di Olivier Fitoussi tratta da Haaretz)

Bulldozer all’azione ad Amichai, giugno 2017. (Foto di Olivier Fitoussi tratta da Haaretz)

Roma, 4 settembre 2017, Nena News – Buone notizie per i coloni: ieri il Gabinetto israeliano ha approvato lo stanziamento di 55 milioni di shekel (15,3 milioni di dollari) al ministero degli interni per completare le infrastrutture di Amichai, la nuova colonia cisgiordana destinata ad accogliere i residenti dell’avamposto illegale di Amona evacuati a febbraio per ordine della Corte suprema israeliana.