Zeitun

6 novembre 2017, Haaretz

L’assassinio dell’ex primo ministro nel 1995 non è la ragione principale per cui non è stato creato uno Stato palestinese – nonostante ciò che credeva Yasser Arafat.

Una delle assurde considerazioni che Yasser Arafat soleva fare – e che si possono ancora sentir dire oggi da alcuni dei suoi seguaci – era che, se Ygal Amir [estremista ebreo che uccise il primo ministro Rabin per aver firmato gli accordi di Oslo, ndtr.] non avesse assassinato il primo ministro Yitzhak Rabin nel 1995, il processo di Oslo sarebbe proseguito e sarebbe sfociato in una conclusione positiva: uno Stato palestinese accanto a Israele.

Haaretz, Nov 12, 2017

The family of Mohammed Musa, who was shot to death by Israeli soldiers, in the village of Dir Ballut, November 9, 2017. Amira Hass

The soldiers (or soldier) who shot at Musa’s car are posted there in order to guard another illegal outpost, which is confidently developing into another neighborhood of the illegal settlement Halamish.

3/10/2017

I mizrahi vogliono che lo stato israeliano apra i documenti secretati sulle adozioni e riconosca ufficialmente i suoi crimini contro gli ebrei di origini arabe

Immigrati ebrei yemeniti in un campo nel 1949. (Fonte foto: Reuters)

Immigrati ebrei yemeniti in un campo nel 1949. (Fonte foto: Reuters)

 –  al-Jazeera

Roma, 3 ottobre 2017, Nena News – Tamar Maatuf, 90 anni, ha pianto quando si è ricordata di suo figlio che, afferma, le è stato rapito poche settimane dopo che l’aveva partorito. “Il mio cuore è spezzato. Ringrazio Dio per avermi donato dei figli, ma quello [perso] non lo dimenticherò mai” ha detto durante la protesta delle famiglie degli ebrei mizrahi, vittime del furto di bambini avvenuto in Israele negli anni ’50. Ha un cartello che recita: “Caro figlio, non ho rinunciato a te. Ti aspetto, mamma”.

Zeitun

Il portavoce di Hamas Fawzi- Barhoum

10 novembre 2017

Ieri Hamas ha detto che il coordinamento per la sicurezza tra l’Autorità Nazionale Palestinese (ANP) ed Israele danneggerà gli interessi nazionali palestinesi ed influenzerà negativamente le possibilità di promuovere una riconciliazione nazionale.

JfJfP, September 27th, 2017


The only job which Israel can’t find foreign workers to fill is construction. Here Palestinian construction workers in an Israeli settlement. Photo by Yotam Ronen/Activestills.org

Rethinking Our Definition of Apartheid: Not Just a Political Regime

August 27, 2017

In the West Bank, Israel’s new colonial strategy involves concentrating the Palestinian population into Areas A and B and colonizing Area C. Instead of granting Palestinians freedom and equality, Oslo restructured relations of domination. In short, Oslo has intensified, rather than reversed, Israel’s settler colonial project.